Il 27 febbraio 2018 si è tenuto il consiglio comunale con l’ordine del giorno che trovate qui.

Abbiamo presentato interrogazioni su:

  1. le dimissioni improvvise dell’arch. Calligaris (il testo lo potete leggere qui)
  2. i costi della prevista (dalla giunta) rimozione della scultura “Stranger” (il testo lo potete leggere qui)

La risposta alla prima interrogazione è stata fornita dal Sindaco, che ci ha riferito che l’architetto Calligaris ha lasciato il comune di Pianezza per quello di Giaveno per scelte personali. Temporaneamente lo sta sostituendo l’arch. Mangini, dipendente del Comune, e per il momento si riesce a far fronte a tutte le necessità. Per quel che riguarda l’imprevedibilità della decisione dell’architetto Calligaris il Sindaco ha confermato che le dimissioni sono avvenute improvvisamente, in modo piuttosto stupefacente anche per la Giunta e lo stesso Sindaco.

La nostra seconda interrogazione prende le mosse dalla delibera della Giunta n. 254, che prevede lo stanziamento di un importo di 88.494,04 euro per la sistemazione delle rotatorie site in via Piave/via Maiolo e via Piave/via Gramsci. Poiché l’individuazione di questa seconda rotatoria come un sito da “sistemare” implica la rimozione del monumento che attualmente la occupa, abbiamo chiesto quale spesa è prevista per questa rimozione, chi se ne farà carico e dove finirebbe lo Stranger. In risposta il Sindaco ha precisato che la cifra prevista copre anche l’arredo urbano e l’intera sistemazione, che le spese di rimozione e trasloco del monumento sarebbero di 2500 euro (!!!!!) e che la destinazione della scultura sarà decisa dalla Regione.

Osserviamo che quest’ultimo punto è corretto, perché è la Regione ad aver dato a Pianezza lo Stranger, che – ricordiamolo – all’epoca (giunta Gagliardi) al nostro Comune non era costato neppure un euro.